Carlos Sainz: «La Ferrari, Leclerc, Ronaldo e la lezione di papà: “Mangia o sarai mangiato”»